Pubblicato il

Drogherie che vendono assorbenti di stoffa?

Comprare gli assorbenti nelle drogherie? Gli assorbenti di stoffa stanno diventando sempre più popolari, dal momento che sempre più donne sono alla ricerca di un’igiene mensile alternativa e di prodotti ecosostenibili, i quali risparmiano sia l’ambiente che il portafoglio al tempo stesso. E l’acquisto di articoli di questo tipo è strettamente e mentalmente collegato ad abitudini ben definite in ognuna di noi. Perciò è perfettamente logico acquistare assorbenti, tamponi e altri articoli per l’igiene mensile in una drogheria o in negozi per i prodotti per la cura del corpo. Tuttavia, almeno sino a oggi, la maggior parte di questi negozi non vende assorbenti di stoffa. Però ciò non vuole dire che la cosa non possa cambiare.

Perché proprio questi negozi, che si differenziano dalle grandi catene di supermercati piuttosto impersonali e conservatori, sono conosciuti come particolarmente sensibili in fatto di sostenibilità e di continuo miglioramento del loro catalogo. Questi negozi specializzati ascoltano attentamente le necessità delle acquirenti nelle community in internet. Dunque potrebbe essere davvero utile non solo richiedere la presenza di assorbenti di stoffa localmente, nel negozio di fiducia, bensì attivarsi insieme ad altre donne e affrontare questo tema su Facebook o Instagram. Poiché la cosa è in realtà abbastanza semplice: quando c’è una domanda consistente per questi assorbenti, qualche drogheria inizierà a riflettere se non sia il caso di allargare l’assortimento inserendovi gli assorbenti di stoffa.

Assorbenti lavabili

Gli assorbenti lavabili erano in passato comunissimi. Oggigiorno invece bisogna cercarli come un ago nel pagliaio. Una possibile alternativa alle drogherie sono i negozi in cui i prodotti sono venduti direttamente senza confezioni (negozi che stanno ultimamente prendendo piede in internet e nelle grandi città). Oppure negozi che vendono articoli biologici e pannolini di stoffa, ma anche studi medici di ostetriche, ginecologi e medici empirici. Qui troverai una lista sempre più lunga di tutti i rivenditori che offrono assorbenti lavabili, nello specifico quelli di ALMO. Per coloro che vivono in Germania: su questa lista troverai anche molti eventi e incontri, in occasione dei quali potrai scoprire molte più informazioni a proposito dell’igiene mensile alternativa e degli assorbenti di stoffa. Avrai la possibilità di toccare con mano gli assorbenti di stoffa, perché molte donne si approcciano al tema in modo prevenuto e non riescono proprio a immaginare come funziona un assorbente di stoffa nel quotidiano, oppure come si possono trasportare e raccogliere quando sono usati, come si lavano e cose di questo tipo.

Magari ci vorrà ancora un po’ prima che gli assorbenti lavabili arrivino anche nelle drogherie. Siccome gli assorbenti di stoffa hanno una vita piuttosto lunga, non è nemmeno necessario acquistarli ogni mese in drogheria, come invece sei abituata a fare sino ad ora. Perciò non sarebbe una cattiva idea regalarti un ordine online. Nel negozio virtuale di ALMO troverai assorbenti di stoffa testati a lungo che andranno ben oltre le tue aspettative. Gli assorbenti di stoffa hanno un nucleo assorbente e ali, grazie alle quali puoi fissarli allo slip, esattamente come gli assorbenti industriali ai quali sei abituata. Le ali si avvolgono semplicemente attorno allo slip e si fissano per mezzo del bottone. 

Ciò che ti sorprenderà è la sensazione confortevolissima all’interno dei pantaloni, sensazione che nessun assorbente di plastica saprà mai darti. 

Pubblicato il

Fatti utili a proposito dei prodotti per il ciclo mestruale

Fatti utili sui prodotti igienici mensili

Ogni singola forma di igiene mensile ha i suoi vantaggi e svantaggi e questi dipendono da tanti fattori: presenza o meno di un’adeguata protezione impermeabile, ecosostenibilità e impatto ambientale ridotto. Un altro fattore decisivo è quello dei costi, paragonato a un uso possibilmente semplice e intuitivo, nonché a una buona sensazione di comodità quando si indossano i prodotti igienici. Nessun prodotto riesce a soddisfare tutti i bisogni al 100% però, soprattutto in fatto di ecosostenibilità e risparmio dei costi, i prodotti dell’igiene mensile alternativa passano in vantaggio.

Fatti utili su assorbenti usa e getta e tamponi 

Sono i classici prodotti che si trovano sugli scaffali dei supermercati e delle drogherie e con ciò i prodotti standard con i quali le donne hanno particolarmente spesso a che fare durante il loro ciclo.

Protezione impermeabile & igiene:

Gli assorbenti sono normalmente reperibili con o senza ali, talvolta anche in versioni più lunghe, sottili o confezionate su misura per una maggiore vestibilità. Dovrebbero essere cambiati regolarmente, almeno 5/6 volte al giorno in presenza di ciclo intenso o normale. I tamponi dovrebbero essere sostituiti al più tardi ogni 6 ore (rischio di sindrome TSS, ossia la sindrome da choc tossico).

Sostenibilità & protezione dell’ambiente: 

Gli assorbenti industriali usa e getta e i tamponi sono normalmente avvolti in bustine di plastica e contengono loro stessi della plastica (i cosiddetti ftalati, anche conosciuti come plasticizzanti). Sostanze superassorbenti e nuclei di gel fanno sì che il sangue del mestruo sia assorbito il più possibile e che colei che li indossa riceva una sensazione di asciutto piacevole. Le componenti naturali come il cotone vengono in parte sbiancate, processo che genera diossine. Inoltre vengono aggiunte sostanze profumate sintetiche, al fine di offrire una sensazione di particolare freschezza.

Al momento non è legalmente obbligatorio rendere pubblici i nomi di questi additivi e delle loro componenti. La decomposizione degli assorbenti e tamponi smaltiti, nel caso dei prodotti convenzionali, può richiedere alcuni secoli, mentre i prodotti biologici vengono smaltiti in periodi più brevi.

Salute:

Il cotone viene talvolta usato anche per gli assorbenti e i tamponi e, come molti altri prodotti per il consumo quotidiano, trattato con diserbanti, soprattutto con il glifosato. Dovrebbe dunque essere chiaro a ognuna di noi che una sostanza come questa, a contatto con le membrane mucose sensibili della vagina per lungo tempo, non è proprio il massimo. Eppure, nel caso ad esempio dei tamponi, il fatto che le materie prime siano state trattate o meno non ha importanza. I tamponi vengono infatti acquistati secondo un preciso criterio: devono assorbire per bene. E ciò può comportare la secchezza delle membrane mucose. La conseguenza del tutto è la comparsa di infezioni frequenti causate da funghi. Chi di voi soffre di pruriti, bruciori e secrezioni intense nelle parti intime dovrebbe indossare regolarmente slip di cotone per 2 o 3 mesi, rinunciare a tamponi e assorbenti industriali, ma soprattutto evitare anche gli additivi profumati, ciò vale anche per quelli contenuti nei detersivi. 

Acquisto & costi:

I prodotti standard sono presenti oramai in ogni supermercato, Autogrill, chioschi e a volte persino in distributori automatici nei bagni pubblici e di locali privati. Ovviamente li si trova anche in negozi specializzati nella cura del corpo. I prodotti biologici, o a basso contenuto di additivi chimici, invece non sono ancora reperibili dappertutto. Si possono trovare tamponi e assorbenti monouso più ecologici su internet, in negozi biologici specializzati o drogherie. Di conseguenza gli assorbenti e i tamponi convenzionali sono in proporzione più economici rispetto alle loro variante biologiche, decisamente più costose. I costi, tuttavia, si sommano con il passare del tempo e, a lungo andare, si arriva a raggiungere somme di alcune migliaia di euro solo per l’igiene mensile. Perché ogni donna deve affrontare tali costi ogni ciclo per tutto il suo periodo fertile. Infine si aggiungono i costi di tutti quegli slip irrimediabilmente macchiati e rovinati da un assorbente la cui promessa protezione impermeabile non ha mantenuto, ciò che aveva promesso.

Uso & confort nella vestibilità:

La striscia adesiva dell’assorbente usa e getta da incollare allo slip tiene, a seconda del prodotto in questione, più o meno bene e a lungo. A volte può succedere che l’assorbente si accartocci all’interno dello slip e disturbi quando si cammina, corre o quando si è seduti. Mentre gli assorbenti stessi vengono considerati da numerose donne come non igienici, il loro involucro di plastica invece viene visto di buon occhio, dal momento che permette di arrotolare l’assorbente e gettarlo via in modo discreto nella spazzatura. Addio assorbente usato, ben arrivata nuova spazzatura!

Sono sicura che presto scopriremo molti altri fatti utili sulle forme di igiene mensile femminile alternativa!

Pubblicato il

Igiene mensile alternativa

Igiene mensile alternativa. Circa la metà della popolazione mondiale ha il ciclo mestruale ogni mese, o l’ha avuto in passato o lo avrà in futuro.

Sebbene miliardi di donne parlino apertamente di questo aspetto della loro femminilità con il mondo circostante, la conoscenza a proposito dell’igiene mensile femminile è ancora piuttosto ridotta. Nella pubblicità e nell’insegnamento a scuola vengono proposti prevalentemente prodotti usa e getta, come assorbenti di plastica e tamponi industriali, ad esempio. Le alternative naturali di stoffa vengono nominate solo raramente. Eppure ci sarebbero così tante cose da sapere, soprattutto per ciò che riguarda questi “giorni speciali” della vita di ogni donna!

Il ciclo mensile: tanto individuale quanto lo è ognuna di noi

Nessun ciclo è uguale a quello precedente o seguente. Ogni donna lo vive in modo diverso, ogni ciclo mestruale si manifesta in modo differente da donna a donna, di mese in mese. Può essere breve e intenso, oppure debole e durare tanti giorni. L’intensità del ciclo costringe alcune donne a restare a letto, mentre altre nello stesso tempo praticano sport ad alto livello o tengono discorsi ispiratori davanti a un grande pubblico. In alcuni paesi dell’Asia, come Giappone, Indonesia o Corea del Sud, le donne hanno il diritto di ricevere le ferie pagate quando hanno il ciclo, affinché possano riposarsi a casa.

Dal momento che il ciclo è così individuale da donna a donna, anche i prodotti per l’igiene mensile dovrebbero essere variegati. Nei banconi dei supermercati si trovano perciò anche assorbenti e tamponi per perdite intense o deboli, con protezione impermeabile o senza. Per i giorni di perdite più leggere sono stati concepiti i salvaslip. E fino a qui, tutto bene, ma non c’era qualcos’altro? Oh, sì!

Igiene mensile: assorbenti, tamponi, coppette e spugne mestruali

Per prima cosa la buona notizia: se una donna cerca abbastanza a lungo, le sarà possibile trovare l’igiene mensile giusta per ogni suo bisogno così personale. E vale la pena ricercare, poiché durante tutto il corso del ciclo femminile utilizziamo davvero una quantità molto elevata di prodotti. Fare i conti è in questo caso abbastanza facile:

  • da 5 a 7 tamponi o assorbenti al giorno
  • fino a 7 giorni al mese
  • in media 12 volte all’anno
  • per un periodo di circa 40 anni

I prodotti per l’igiene intima in Italia vengono tassati con l’IVA più alta, ossia 22% (purtroppo si parla di un aumento dell’IVA futuro che la alzerà al 25%), perciò essi sono da considerare “prodotti di lusso”. Perciò una donna spende, nel corso di tutta la sua vita, dai 2000€ fino ai 4800€ solo per il proprio ciclo mestruale.

Costi per tutta la vita Rifiuti prodotti
Assorbenti usa e getta ~ 2.000 € – 4.800 € 12.000 – 16.000 assorbenti
Assorbenti di stoffa ~ 400 € – 1.000 € 30 – 75 assorbenti
Tamponi ~ 2.000 € – 4.800 € 12.000 – 16.000 tamponi
Coppetta mestruale/spugna mestruale ~ 15 € – 45 € (coppetta)
~ 200 € – 400 € (spugna)
~ 1-3 coppette ~ 160 spugne

L’igiene mensile alternativa è più economica

L’igiene mensile alternativa merita per tanti motivi un po’ più di attenzione e riflessione.

Una spugna mestruale può essere utilizzata per alcuni mesi fino a un massimo di 1 o 2 anni e costa circa 4/6€. Una coppetta mestruale ha una vita media di circa 10 anni, come gli assorbenti di stoffa. Così si riducono i costi e i rifiuti prodotti.

Ogni singola forma di igiene mensile ha i suoi vantaggi e svantaggi e questi dipendono da tanti fattori: presenza o meno di un’adeguata protezione impermeabile, ecosostenibilità e impatto ambientale ridotto. Un altro fattore decisivo è quello dei costi, paragonato a un uso possibilmente semplice e intuitivo, nonché a una buona sensazione di comodità quando si indossano i prodotti igienici. Quando si parla di igiene mensile alternativa, l’attrattività dei costi più ridotti diventa un punto da tenere ben in considerazione. Nel prossimo contributo del blog prenderemo dunque in esame gli aspetti igienici e le promesse fatte dalla pubblicità dei prodotti industriali dell’igiene mensile.

Pubblicato il Lascia un commento

Assorbenti di stoffa

Gli assorbenti di stoffa, al contrario degli assorbenti industriali, hanno numerosi vantaggi. Il vantaggio per me più importante è facile da esprimere a parole, anche se per te, cara lettrice, potrebbe essere (ancora) difficile da condividere.

Gli assorbenti di stoffa regalano unimpagabile e piacevole sensazione di morbidezza nei pantaloni.

Probabilmente ti stai chiedendo come ciò sia possibile.  Da donna mestruata avrai già probabilmente provato numerose marche e taglie di assorbenti. E in molti casi non si può proprio affermare che siano confortevoli, non è forse vero? Esistono diversi motivi per cui gli assorbenti usa e getta non sono confortevoli: per prima cosa essi hanno una banda adesiva sul lato inferiore. E che la plastica non è decisamente traspirante dovrebbe saperlo chiunque ormai, o mi sbaglio? Infatti non è che associamo proprio il concetto di plastica a quello di coccole o tenerezza. La plastica distrugge letteralmente ogni frammento di “voglia di coccole”. Infine è la responsabile dellaccumulo di umidità e bagnato.

Gli assorbenti di stoffa rivoluzionano il mondo

Questultimo fattore mi porta direttamente al prossimo svantaggio degli assorbenti industriali: laddove si accumula lumidità, si formano anche odori sgradevoli.  Purtroppo ciò è inevitabile e in tal caso il nucleo dellassorbente può assorbire quanto vuole, ma non potrà mai evitare completamente la formazione di odori. Siamo sincere: ad abbandonare il nostro corpo di donna ogni mese non è né un fluido trasparente e blu, né rosa chiaro, né rosso come il vino, come invece viene sempre mostrato nelle pubblicità alla televisione. Il ciclo mestruale non è paragonabile ad acqua colorata o a una ferita sanguinante. La consistenza è completamente diversa. Io trovo che sia finalmente giunto il momento di parlare di questi temi apertamente. Viviamo nel XXI secolo e cè ancora così tanto da rivoluzionare. Cominciamo pure! Metà del mondo è costituita da persone che in futuro sanguineranno ogni mese, o lo stanno già facendo, oppure ancora hanno già sanguinato. Da chi ci dobbiamo o cosa dobbiamo nascondere in fin dei conti?

Ma torniamo ai vantaggi degli assorbenti di stoffa. Sono sempre disponibili a casa nostra.  Niente più corse al supermercato più vicino perché ti è arrivato il ciclo al momento sbagliato. Cosa che del resto è puramente normale.  Forse il tuo corpo vuole dirti qualcosa. Perciò la prossima volta cerca di non non prendertela troppo, bensì ascolta le tue emozioni. Il ciclo mensile è strettamente legato al concetto di lasciarsi andare, di ricominciare. E viene influenzato dalla tua alimentazione o dallo stress. E poi l‘assorbente di stoffa ALMO è sempre a portata di mano. Oltretutto gli ALMO sono molto assorbenti e coloratissimi. La vita ha il diritto di essere bella e colorata, anche quando abbiamo il ciclo. Il colore bianco ospedale non ha nulla a che fare con il ciclo o con ALMO.

Assorbenti senza plastica

La questione della plastica  lho già spiegata. Gli assorbenti di stoffa non hanno quasi bisogno di plastica e sono vantaggiosi non solo per la loro sensazione di morbidezza, bensì anche e soprattutto per lambiente. Non abbiamo davvero bisogno di ulteriore plastica a questo mondo. Da ultimo risparmi persino un mucchio di soldi, dal momento che gli assorbenti di ALMO sono lavabili. Perciò li puoi riutilizzare ogni mese. Gli assorbenti di stoffa ALMO hanno ancor due vantaggi: sono prodotti in Germania. Usandoli non supporti solo una natura pulita e un ambiente senza sostanze tossiche e plastica in giro, bensì anche piccole sartorie che possono così lavorare in modo indipendente. La produzione in Germania permette infine di accorciare le distanze di trasporto dei prodotti (che non arrivano più dalla lontana Cina!). Come vedi, esistono davvero numerosi vantaggi nel scegliere un prodotto di qualità ecosostenibile, biologico e durevole come lo sono i prodotti di stoffa ALMO.